Lunedì, 05 Giugno 2017 00:00

Australia, l'Isis rivendica l'attacco a Melbourne

Australia, l'Isis rivendica l'attacco a Melbourne Fonte rainews.it

“Questo è per lo Stato Islamico, questo è per al Qaida”: lo ha annunciato in una telefonata all’emittente Channel Seven News di Melbourne, il terrorista responsabile dell’attacco di ieri nella metropoli australiana.

La rivendicazione dell’Isis è arrivata in tarda serata. L’attentatore ha inizialmente sparato ad un uomo, poi ha preso in ostaggio una donna in un condominio nel distretto di  Brighton per alcune ore. Infine è stato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia.

La donna è stata liberata, ma tre agenti sono rimasti feriti. "La chiamata era molto confusa, non riuscivo a capire e stavo per riagganciare", ha raccontato la giornalista dell’emittente australiana, che ha risposto al telefono. "Poi ho sentito la voce di una donna, chiaramente angosciata, che parlava molto rapidamente, - ha spiegato - poi la voce di un uomo ha detto: questo è l'ostaggio di Brighton".

Secondo i media, l’attentatore è stato identificato dalla polizia come Yacqub Khayre, 29 anni, cittadino australiano di origini somale, che nel 2010 era stato assolto dall’accusa di aver pianificato un attacco suicida ad una base militare a Sidney.

Nel frattempo, il primo ministro australiano Malcom Turnbull ha richiesto lo stato di vigilanza e ha dichiarato che “è necessario non scoraggiarsi, ma essere sempre pronti alla sfida di fronte al terrorismo islamico”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Difesa Italia in breve

Difesa Italia è un’Associazione di promozione sociale, non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di utilità sociale. I suoi principali obiettivi sono evolvibili ed aggiornabili, in ragione del cambiamento dello scenario socio-politico Italiano.

L’Associazione è democratica, opera solo e sempre nel pieno rispetto delle leggi vigenti, SUB LEGE LIBERTAS.

Leggi lo Statuto completo...

I nostri propositi

    • La promozione ed organizzazione di un movimento di opinione favorevole alla sostanziale urgente revisione dell’istituto della legittima difesa;
    • L'organizzazione di iniziative ed il supporto attivo per l’orientamento delle preferenze di voto verso i soggetti politici che hanno realmente dimostrato di volere tutelare gli interessi degli operatori del comparto ed i diritti dei legali detentori di armi, soprattutto nella prospettiva dei termini temporali del recepimento delle linee guida della revisione normativa europea, coincidenti con le prossime elezioni politiche italiane;
    Commenta per primo! Leggi tutto...